Tanzania

Articolo La tribù Hadza

Tribù di cacciatori e raccoglitori

Tony Výborný
Lei scrisse 53 articoli e guarda lui/lei 6 i viaggiatori
La tribù Hadza
Inserito: 20.03.2021
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com
Adatto a:
Avventurieri
Loro erano li:

Attualmente ci sono circa 120 diverse tribù che vivono in Tanzania, che differiscono per tradizione, cultura e lingua (sebbene la maggior parte di loro parli la loro lingua ufficiale – lo swahili). Tuttavia, una tribù differisce diametralmente dalle altre e ha molte eccezioni dal governo: è una delle ultime tribù di cacciatori e raccoglitori: Hadza (o Hadzabe).

Esplorare la cultura locale

Dopo un'impegnativa scalata al Kilimangiaro e al safari, abbiamo deciso di rendere più piccante la nostra visita in Tanzania con la conoscenza della cultura locale. Abbiamo visitato quattro tribù di persone, che vivevano in modo tradizionale e tuttavia molto diverso. Oltre alla tribù Masai e a due diverse tribù Datooga, abbiamo incontrato anche la tribù Hadza.

Esplorare la cultura locale
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Nome "Hadza"

Hanno preso il nome Hadza da un'altra tribù – i Maasai – e tradotto liberamente significa „rispettato avversario“. Nella storia recente, la tribù Maasai è stata in guerra con molte altre tribù (meno numerose). Le battaglie con il popolo Hadza, a differenza degli altri, furono per loro incredibilmente difficili, anche se c'erano molte volte più Maasai. Grazie alla loro esperienza di caccia e alla conoscenza del tiro con l'arco, Hadza riuscì a infliggere enormi perdite alla parte Masai, anche in piccolo numero. La foto mostra Adenium, la cosiddetta „rosa del deserto“. La sua linfa è usata dai cacciatori come veleno per cacciare animali più grandi.

Nome "Hadza"
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Lingua

La lingua parlata dagli Hadza è molto interessante. È una lingua che include alcuni suoni sferraglianti e sferraglianti. Per una migliore idea, consiglio il film „Gods Must Be Crazy“ del 1989, dove uno dei personaggi principali, Xixo the Bushman, usa un linguaggio che suona abbastanza simile. La foto mostra la cannabis che i cacciatori di Hadza fumano praticamente tutto il giorno.

Lingua
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com
Primo incontro
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Primo incontro

L'incontro introduttivo con questa tribù è stato divertente: il tempismo non avrebbe potuto essere migliore. Non appena è arrivato alla macchina, un capo tribù seminudo con arco e frecce è arrivato di corsa, tenendo in mano uno zibetto appena pescato e lanciando loro qualcosa con il loro discorso. Ascolto il suo buffo discorso con un'espressione sorpresa sul viso e gli faccio un cenno del capo senza capire nulla. Quindi il capo mi porge lo zibetto che ho in mano, seguito da una foto in comune e va a un banchetto, in un luogo diverso dalla grotta.

Zibetto arrosto

Il modo interessante è che non si preoccupano affatto della pelle e gettano l'intero animale sul fuoco intero – la pelle viene semplicemente arrostita. L'unica cosa che hanno tagliato è stata la coda.

Zibetto arrosto
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Brindisi

Durante il brindisi c'è pace, mettono uno spinello, raddrizzano le frecce e si divertono con il loro linguaggio.

Brindisi
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Festa

Dopo che lo zibetto è stato pre-arrostito, uno dei cacciatori lo ha sventrato, ha gettato di nuovo alcuni organi sul fuoco e ha appeso la carne vicino a un ramo (probabilmente per dopo). Dopo un momento di tostatura, ognuno di loro ha preso un pezzo della propria preda. Ovviamente ci hanno anche offerto ed è educato non rifiutare :-). Il fegato di zibetto arrosto aveva un sapore davvero eccezionale.

Festa
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

A caccia

Gli uomini Hadza cacciano ogni mattina sin da quando erano giovani. Questa non ha fatto eccezione, quindi siamo andati con loro a esplorare il terreno dopo il banchetto. Il loro ritmo era incredibile e avevamo qualcosa da fare per tenere il passo. Il cacciatore di maggior successo quella mattina fu un ragazzo di 12 anni che fu il primo a colpire un uccello su un albero. I ragazzi più grandi questa volta sono stati sfortunati.

A caccia
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Collezione miele

I cacciatori considerano la materia prima più preziosa che ottengono dalle api nidificate nella tribù dei baobab. Per prima cosa devi fare un buco nel morbido baobab e poi le api fumano.

Collezione miele
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Fabbricazione di utensili

Se l'ascia non è molto efficace, la trasformeranno in uno scalpello in un attimo e continueranno a rotolare.

Fabbricazione di utensili
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Collezione miele

Sfortunatamente, questa volta non ha funzionato perché le api erano troppo profonde nel tronco. Anche così, i ragazzi hanno ricevuto alcune punture.

Collezione miele
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

A caccia

Gli Hadza hanno molte eccezioni in Tanzania e una di queste è la caccia. Tuttavia, non possono pescare nei parchi nazionali, per esempio. Cacciano quasi tutti gli animali e le uniche eccezioni sono serpenti e iene. I serpenti non cacciano perché li considerano pericolosi e velenosi. Le iene, d'altra parte, perché in passato lasciavano i morti alla natura e le iene si prendevano cura di loro il più delle volte – non considerano la loro carne pulita.

A caccia
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com
Bacca
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Bacca

Quando la caccia non ha molto successo, i cacciatori esauriscono varie bacche e frutti. Abbiamo provato due tipi di frutti di bosco, sia in agrodolce che amaro. Tuttavia, i cacciatori preferiscono la carne, quindi quando c'è selvaggina nella zona, si spostano un po' più in là.

Dimora

Gli Hadz vivono intorno al lago Eyasi e stanno in piccoli gruppi di circa 30 membri. Il loro numero totale è stimato a solo un migliaio, ma solo circa 400 di loro vivono questa tradizionale vita nomade di cacciatori e raccoglitori. È interessante notare che non sono geneticamente imparentati con altre persone. A differenza delle capanne di altre tribù (come i Maasai e i Datooga), le loro capanne non sono resistenti alla pioggia (a causa delle frequenti migrazioni) e servono più come rifugio temporaneo. Spesso usano anche le grotte.

Dimora
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Permuta

Una piacevole sorpresa è che gli Hadz non stanno cercando di fare soldi con i turisti (cosa davvero insolita in Tanzania). Tuttavia, a loro piace accettare regali (ad esempio punte di freccia, che possono essere ottenute dai fabbri di Datooga o dai vestiti). In cambio, si donano qualcosa l'uno dall'altro (spesso dei gioielli fatti a mano o una pipa di legno).

Permuta
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Radici

Le donne hanno ruoli diversi rispetto agli uomini. Ad esempio, si occupano di trovare legna per il fuoco o di scavare radici.

Radici
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Raccolta delle radici

Abbiamo anche assaggiato le radici e sono fantastiche. Vorrei che li paragonassero a una mela dolce e una struttura alle carote.

Raccolta delle radici
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com
Baobab
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Baobab

Come alpinista, ovviamente, ero anche affascinato dall'enorme baobab, in cui i ragazzi venivano martellati dai pali dei rami con cui si arrampicavano. Non potevo mancare.

Danza

Come in altre culture, l'intrattenimento include anche balli e canti.

Danza
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Tiro con l'arco

Al termine della visita, abbiamo avuto l'opportunità di provare il tiro con l'arco su un bersaglio ricavato da un ramo di baobab. All'inizio hanno gareggiato 6 combattenti locali, ma solo uno di loro ha colpito. Non volevo assolutamente vergognarmi e con il quarto colpo ben mirato ho mostrato ai cacciatori locali un po' di qualità ceca. :-)

Tiro con l'arco
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com
Addio
Autore: Tony Výborný © gigaplaces.com

Addio

Considero la visita dei cacciatori eternamente ridenti ed esperti della tribù Hazdabe uno dei momenti salienti dell'intera vacanza di oltre tre settimane in Tanzania e un'esperienza culturale assolutamente fantastica e indimenticabile. Dopo aver salutato, ci aspettava solo Zanzibar.

Applausi l'autore dell'articolo!
Condividilo:

Informazioni pratiche

Parte di un gigalista

Lista Giga: I posti più belli del nord della Tanzania

La Tanzania settentrionale è una delle zone più popolari di tutta l'Africa. Per non parlare del fatto che c'è una delle montagne… Continua a leggere

I posti più belli del nord della Tanzania
Grazie!

Sei stato lì? Scrivi una recensione su questo posto

Già valutato 0 i viaggiatori

Sei stato lì? Scrivi una recensione su questo posto

Devi essere loggato per inviare una recensione o