Come ottenere acqua potabile in natura

Come sopravvivere in natura 2 - come procurarsi l'acqua

Lei scrisse 8 articoli e guarda lui/lei 2 i viaggiatori
Come ottenere acqua potabile in natura
Inserito: 17.12.2017
© gigaplaces.com

La disidratazione e la mancanza di acqua possono causarci problemi di salute molto seri. Dove possiamo trovare l'acqua in natura e come renderla sicura? Ci concentreremo su questo in questo articolo …

Disidratazione

Anche quando è inattivo, il nostro corpo può facilmente consumare un litro d'acqua al giorno (digestione, respirazione, produzione di urina, sudorazione, ecc.), a temperature più elevate e allo sforzo fisico, questo consumo aumenta. Il corpo non è in grado di accumulare riserve d'acqua e l'unico modo per prevenire la disidratazione è ottenere un apporto regolare di liquidi. Sintomi di disidratazione: 1 – 5% di perdita di acqua nel corpo: sete, aumento della frequenza cardiaca, nausea, debolezza … 5 – 10% di perdita di acqua nel corpo: vertigini, mal di testa, problemi respiratori, visione offuscata, tremore nelle mani … 10 – 12% di perdita di acqua nel corpo: perdita della vista e dell'udito, convulsioni, lingua gonfia, difficoltà a deglutire, morte

Trovare l'acqua

Nella maggior parte del mondo le acque superficiali (corsi d'acqua, laghi, stagni…) si trovano senza grossi problemi, che dopo il trattamento (filtrazione, ebollizione, trattamento chimico, distillazione…) possono essere relativamente innocue e non rischio di infezione. Selezioniamo l'acqua il più pulita possibile, piuttosto dall'acqua corrente e meglio dai torrenti o dalle sorgenti superiori. Ma dove cercare l'acqua quando non c'è un corso d'acqua a portata? Oltre ai corsi d'acqua, possiamo ottenere acqua dalla natura in molti altri modi: – ** Acqua piovana, rugiada ** – ** Ghiaccio e neve ** – ** Alveo asciutto ** – ** Piante e frutti ** – ** Depressioni rocciose ** – ** Distillazione dell'acqua di mare ** – ** Acque sotterranee ** – ** Abbeveratoi ** – ** „Riciclo delle urine“ **

Acqua piovana, rugiada

Questo è il modo più semplice e sicuro per prendere l'acqua. Ha solo un „gancio“, deve piovere … L'acqua piovana è solitamente pulita e di solito non deve nemmeno bollire (ma l'ebollizione non rovina nulla ed è più sicura dopotutto). Possiamo raccogliere l'acqua piovana, ad esempio, in un telone, un set tenda, indumenti impermeabili, foglie di piante, ecc. Verificare sempre se i materiali impermeabili non contengono sostanze nocive e pericolose (impregnati, repellenti, ecc.) che possono avere un grande effetto impatto sulla tua salute. La raccolta della rugiada è anche un modo per ottenere acqua. Raccogliere la rugiada con un fazzoletto pulito o materiale assorbente (maglietta, vestiti vari, ecc.) e poi spremere in un contenitore idoneo. Non sarà molto, ma ogni goccia conta in caso di emergenza … Ad esempio, puoi legare dei vestiti assorbenti a un pezzo di bastone e „macinarlo“ sulla superficie dell'erba o di altre piante.

Ghiaccio e neve

Se ti trovi in zone dove hai neve o ghiaccio a disposizione, hai acqua. Sciogli semplicemente ghiaccio e neve vicino al fuoco o direttamente sopra di esso. Stacca lo strato superiore di neve, quindi avvolgilo in una maglietta o una maglietta (rendilo una tale „borsa“) e mettilo vicino al fuoco. A poco a poco, la neve si scioglierà e gocciolerà nel contenitore preparato. Puoi anche mettere neve e ghiaccio in una bottiglia e scioglierlo con il calore corporeo sotto i vestiti (ma ti farà freddo e puoi accelerare l'ipotermia).

Alveo asciutto

Quando vediamo un letto di fiume asciutto, non significa necessariamente che non possiamo trovare acqua qui. L'acqua un tempo scorreva nei letti dei fiumi asciutti. Sotto quasi ogni fiume che scorre, c'è un cosiddetto „fiume sotterraneo“ sotterraneo. Ad esempio, l'Amazzonia „sotterranea“ ha due terzi di portata e volume in più rispetto all'Amazzonia che vediamo in superficie. Quindi, se scaviamo abbastanza in profondità nel letto di un fiume asciutto, possiamo imbatterci in un fiume sotterraneo. Scegliamo piuttosto posti all'esterno dell'ansa del fiume. Di solito c'è una grande quantità di sabbia sulle anse interne del letto del fiume. Scaviamo una buca in un letto asciutto di un fiume e col tempo l'acqua inizia a penetrarvi. Certo, può capitarci che il fiume sotterraneo non sia più in un alveo asciutto. Se non ti imbatti nel trogolo a una profondità di circa mezzo metro anche su sabbia bagnata, non devi più scavare, semplicemente non c'è acqua. Puoi riprovare in altri posti, ma probabilmente sarà uno spreco di energia.

Piante e frutti

Non sempre dobbiamo cercare l'acqua in quanto tale, ma possiamo anche cercare piante e frutti che contengono un'alta percentuale di acqua. Oltre ai liquidi, possono fornirci zuccheri, vitamine e altre sostanze benefiche. ** Piante : possono contenere polpa o linfa che contengono un'alta percentuale di acqua. In Europa può essere linfa di betulla (la raccolta viene solitamente effettuata all'inizio della primavera), dove basta tagliare la corteccia e la rafia della betulla e si inizia a perdere linfa, che si cattura in un contenitore preparato (puoi gocciolare fino a 2 litri di linfa dolce di notte). In Sud America esistono specie di vite che contengono grandi quantità di acqua anche più fredda della temperatura dell'aria ambiente. Personalmente sono stato dipendente da lei per due giorni. Il rampicante con un diametro di circa 6 cm e una lunghezza inferiore al metro conteneva circa 3 dcl d'acqua. Altre piante possono catturare l'acqua piovana dalle loro foglie (come un albero di banane), dove devi solo tagliare parte della pianta, da dove l'acqua piovana raccolta inizierà a defluire. Un altro modo per ottenere l'acqua dalle piante è avvolgere le foglie fresche in un sacchetto impermeabile. Avvolgere parte della pianta in un involucro di plastica e lasciarla al sole. A causa della temperatura ambiente e dell'umidità più elevate della pianta, le goccioline d'acqua iniziano a formarsi all'interno della plastica. **Frutta: Una grande quantità di frutta contiene un'alta percentuale di acqua nella polpa. Pertanto, la raccolta della frutta può sostituire parzialmente l'acqua potabile pulita. Raccogli solo frutti che conosci e puoi individuare la specie. Molti frutti sono anche estremamente velenosi. Alcuni frutti commestibili possono anche avere effetti lassativi (se consumati di più).

Depressioni rocciose

L'acqua piovana è spesso intrappolata nelle fessure o nelle depressioni della roccia. Cerca i luoghi con una maggiore incidenza di muschio sulle rocce e i luoghi dove c'è ombra per la maggior parte della giornata (lati settentrionali delle rocce). Lascia che l'acqua delle rocce si fermi, poiché potrebbe contenere un'alta percentuale di materiale dilavato dalle rocce. Questo materiale ha forti effetti lassativi.

Distillazione dell'acqua di mare

Se ti sposti vicino al mare o all'oceano, puoi usare la distillazione per ricavare acqua potabile dall'acqua di mare. L'acqua di mare non è potabile, anzi. Contiene un'alta percentuale di sale, che provoca una disidratazione più rapida. Il modo più semplice per distillare l'acqua di mare è farla bollire. Fai bollire l'acqua di mare sul fuoco e usa un fazzoletto o un panno assorbente come coperchio. A brevi intervalli, strizzate il fazzoletto in un recipiente adatto e rimettetelo sull'acqua di mare bollente. Un altro modo potrebbe essere la distillazione utilizzando due bottiglie in PET e la luce del sole. Taglia a metà una bottiglia in PET più grande e inserisci il fondo di una bottiglia in PET più piccola (o una lattina più piccola). Versa l'acqua di mare in una bottiglia di PET più piccola. Infilare la parte superiore della bottiglia in PET più grande sul fondo della bottiglia in PET più grande, tappare e mettere al sole. L'acqua di mare evaporerà nella bottiglia in PET e scorrerà lungo i lati in una grande bottiglia in PET.

Acqua sotterranea

Nei luoghi più umidi possiamo provare a scavare una buca con un diametro di circa 30 cm e una profondità di circa mezzo metro. Nel tempo, le acque sotterranee inizieranno a penetrare in questo buco. Possiamo trovare questa tecnica nei manuali del campeggio sotto il nome „Pozzo indiano“.

Abbeveratoi

Nelle zone più aride della Terra, dove c'è carenza d'acqua, potrebbero esserci abbeveratoi per gli animali. Seguendo le tracce degli animali, possiamo trovare un tale abbeveratoio. La maggior parte di loro sono pozzanghere e l'acqua al loro interno è di pessima qualità e contaminata da urina e feci animali. Tuttavia, se non hai altra scelta, è bevibile ad alto rischio dopo il trattamento. Anche dopo la distillazione, preparatevi al cattivo odore e per non parlare del gusto…

Urina "riciclaggio"

Bere la propria urina è un argomento controverso nella sopravvivenza. Alcune persone vengono trattate con l'urina (urinoterapia). Ma che dire di bere urina in situazioni di emergenza? Ci sono casi noti in cui bere urina ha salvato le persone dalla morte per disidratazione. Quindi probabilmente ci sarà qualcosa. Oltre all'acqua, però, l'urina contiene anche prodotti di scarto del corpo e sale (ovviamente anche molte altre sostanze ed enzimi), quindi secondo me non sarà molto adatta da bere. Ma quando arriviamo a una situazione in cui dobbiamo usare questa opzione, lui ci fa. Prima di tutto, dobbiamo abbattere il blocco mentale, perché molti di noi semplicemente non possono bere l'urina e prima che deglutiscano, iniziano a soffocare. Quando riusciamo ad abbattere il blocco mentale, ci attende un caldo liquido salato con un sapore e un odore poco attraenti. Quando bevo l'urina, consiglio di bere immediatamente e di non conservarla in magazzino. Muore rapidamente. Non consiglio affatto di bere durante la disidratazione, quando l'urina è già molto gialla, torbida e maleodorante.

Noce di cocco

Una noce di cocco più grande può contenere fino a 0,5 litri di acqua di cocco

Noce di cocco
Autore: Vladimír Kubík © gigaplaces.com

Liana come riserva d'acqua

Per due giorni sono stato dipendente solo da questo tipo di lillà

Liana come riserva d'acqua
Autore: Vladimír Kubík © gigaplaces.com

Albero di banane

Il giovane banano è anche una buona fonte d'acqua. L'acqua piovana scorre lungo le grandi foglie all'interno del banano.

Albero di banane
Autore: Vladimír Kubík © gigaplaces.com

Depurazione e trattamento delle acque

Nella maggior parte dei casi, l'acqua potabile non si trova in natura. Ma abbiamo diversi modi per trattare l'acqua per ridurre il rischio di infezioni e infezioni. Metodi di trattamento dell'acqua: ** Filtrazione ** ** Distillazione ** ** Trattamento chimico ** ** Bollitura **

Filtrazione

  • ** Filtri da viaggio prodotti industrialmente **: ce ne sono davvero molti sul mercato. Questi filtri funzionano principalmente secondo il principio di una membrana sottile, che non ammette virus o batteri. – ** Filtro improvvisato **: in un filtro per bottiglia in PET improvvisato, in cui metti gradualmente muschio, carbone tritato dal fuoco, sabbia e ciottoli, può aiutare a pulire l'acqua. Puoi trovare la costruzione di un tale filtro su Internet. I componenti di questo filtro dovrebbero avere uno scopo. Muschio e sabbia sono un materiale naturale fine che dovrebbe catturare piccole particelle di sporco. I carboni del camino hanno una funzione disinfettante. Le pietre hanno lo scopo di catturare lo sporco più grossolano. Tuttavia, nei miei test di filtrazione dell'acqua utilizzando un filtro improvvisato fatto di PET, muschio, carbone, sabbia e pietre, sono arrivato a risultati opposti. Quante volte l'acqua che fuoriesce dal filtro è di qualità inferiore a quella che ho versato nel filtro? A mio avviso la colpa è del materiale sporco e non sterile contenuto nel filtro. Ad esempio, la sabbia può essere contaminata da muffe, letame, sporcizia del fiume, ecc. Anche muschio e ciottoli. Ho trovato una via d'uscita usando solo carboni schiacciati da un incendio. Hanno un effetto antibatterico e disinfettano l'acqua che scorre attraverso il filtro. Si può usare anche la sabbia, ma io consiglio di „tostarla“ in un calderone sul fuoco. In primo luogo, inizia ad accoppiarsi nel calderone e inizia a „puzzare“, quindi viene sterilizzato ad alta temperatura. Un tampone da donna, attraverso il quale versiamo acqua, può essere adatto anche per la filtrazione dell'acqua. – **Acqua che sale **: Versare l'acqua contaminata in un contenitore e inserire un pezzo di panno assorbente in modo che l'altra estremità del panno finisca in un contenitore vuoto e pulito. A causa dell'acidità dell'acqua, otteniamo che l'acqua pulita penetri attraverso la sostanza pulita e goccioli nel secondo contenitore. La filtrazione rimuove virus e batteri dall'acqua, ma non le sostanze chimiche che l'acqua può contenere. Dopo la filtrazione, consiglio di far bollire l'acqua.

Distillazione

Potevamo sentire il concetto di distillazione nelle lezioni di fisica o chimica a scuola. Si tratta di un cambio di liquido in vapore e il suo successivo raffreddamento porta alla sua condensazione. Facciamo bollire l'acqua inquinata sul fuoco e raccogliamo il vapore nel tessuto. Quindi spremere il tessuto nel contenitore preparato.

Trattamento chimico

Abbiamo molti tipi di composti chimici sul mercato per il trattamento e la purificazione dell'acqua. Di solito si tratta di compresse o in polvere. Possiedo personalmente AquaSteril. Ci sono due tipi di borse nella confezione. Uno viene versato nell'acqua e si attende 15 minuti, poi si versa l'altro sacchetto nell'acqua e si può bere. A mio parere, questa è una delle pratiche più sicure nel trattamento delle acque. Ma ha anche i suoi „contro“. La disinfezione chimica dell'acqua distrugge tutti i batteri, non solo nell'acqua purificata, ma anche nel nostro corpo. Bere a lungo l'acqua trattata in questo modo può comportare la distruzione della microflora intestinale e conseguenti problemi di digestione e digestione.

Stracottura

L'acqua bollente distrugge la maggior parte dei batteri e dei virus. In genere si consiglia di far bollire l'acqua per almeno 15 minuti. Possiamo far bollire l'acqua sul fuoco o con l'aiuto di pietre calde (riscaldare per almeno un'ora sul fuoco), che mettiamo nell'acqua. Trasferendo il calore dalle pietre all'acqua, la nostra acqua inizia a bollire.

Nel prossimo articolo daremo uno sguardo più da vicino alla ristorazione in situazioni di emergenza.

Applausi l'autore dell'articolo!
Condividilo:

Informazioni pratiche